2 giorni alla scoperta delle Cinque Terre

domenica, gennaio 08, 2017 2 Comments A+ a-


Questo viaggio è nato un po' per caso, non è stato programmato nei minimi dettagli, ma siamo partiti all'avventura. Avevamo bisogno di "staccare la spina" per un paio di giorni e stavamo cercando un posto relativamente vicino da Milano da visitare.
Le Cinque Terre sono state una bellissima scoperta. Questi cinque borghi arroccati sul mare sono dei veri e propri gioiellini tutti da scoprire e sono perfetti se si hanno a disposizione un paio di giorni.

Come base per la nostra vacanza abbiamo scelto Levanto, e la scelta è risultata essere ottima. Levanto è un piccolo paesino di mare all'estremità occidentale delle Cinque Terre. E' relativamente grande se paragonato ai borghi delle Cinque Terre e offre una vasta scelta di sistemazioni a prezzi più accessibili. Ha una stazione ferroviaria dalla quale parte la linea "5 Terre Express" che collega i vari paesini. Da qui parte anche il sentiero per raggiungere Monterosso.

Le Cinque Terre possono essere visitate in vari modi: spostandosi via mare (durante la stagione estiva), facendo trekking sui sentieri che collegano i vari paesini (attenzione che molti tratti sono stati chiusi dopo l'alluvione) oppure con il treno. L'auto è sicuramente un mezzo sconsigliato, sia per le strade molto tortuose sia per il fatto che è difficilissimo trovare parcheggio e sono comunque tutti a pagamento.
Essendo inverno noi abbiamo scelto l'opzione del treno che si è rivelata essere molto comoda. I treni che collegano i cinque borghi passano circa ogni 40-60 minuti e in pochi minuti portano da una stazione all'altra. Durante l'inverno sono in vigore le tariffe standard di Trenitalia e il costo del biglietto varia da 1,90€ a 2,50€ a tratta. Non è quindi consigliato acquistare la card "Cinque Terre" perchè è molto più economico comprare i singoli biglietti.
In due giorni e con la nostra piccola Alice al seguito siamo riusciti a vedere quattro paesini dei cinque: Riomaggiore, Manarola, Vernazza e Monterosso. Dovremo quindi ritornare per andare a vedere anche Corniglia!
Il primo borgo che abbiamo raggiunto è stato Riomaggiore (quello più distante da Levanto). E' un paesino molto bello, tutto in salita. La marina è davvero spettacolare, con i gozzi dei pescatori a riposo, la roccia a strapiombo sul mare e le tipiche casette colorate liguri.
Da Riomaggiore parte anche il sentiero chiamato "La strada dell'Amore" che lo collega a Manarola. Il sentiero è però attualmente chiuso.

La seconda tappa è stata Manarola che appare da dietro la roccia appena si scende dal treno. E' un paesino piccolo, lo si gira in meno di un'ora. Ha una via centrale che scende verso il mare. La cosa caratteristica è che in quasi tutto il paese si sente il rumore del fiume che scorre oramai sotterraneo.
Durante il periodo natalizio potrete vedere il famoso presepe sulla collina.

Dopo Manarola siamo andati alla scoperta di Vernazza. Delle Cinque Terre sicuramente questa è la mia preferita. Vernazza è l'unico paese ad avere un porto naturale. Ha una bella piazzetta affacciata sul porticciolo e un'antica chiesetta.
Da Vernazza parte il sentiero che in 90 minuti di cammino la collega a Monterosso. Noi abbiamo percorso solo il primo pezzo che risale la collina sopra Vernazza e permette di godere di una splendita vista dall'alto sul borgo.

L'ultimo paese delle Cinque Terre che abbiamo visitato è stato Monterosso al Mare. Appena scesi dal treno ci si accorge subito che questo paesino è molto diverso dalle altre Cinque Terre. Qui infatti non troverete un borgo arroccato sul mare, ma una bella località di mare, con una lunga spiaggia di sabbia e un lungomare. Monterosso è l'unico delle Cinque Terre ad avere una spiaggia naturale.
La parte più bella di Monterosso è sicuramente il paese medioevale, composto da tanti caruggi pieni di localini e ristoranti.


Informazioni pratiche:

Dove dormire
Come sistemazione a Levanto noi abbiamo scelto l'Oasi Hotel e lo super consigliamo. E' in posizione comoda vicino al centro del paese e alla stazione. E' un hotel molto curato e pulito con camere con tutti i comfort. La colazione poi è molto variegata e buona. La proprietaria Silvia vi fornirà un sacco di suggerimenti per visitare Levanto e le Cinque Terre.
L'hotel è perfetto anche se viaggiate con bambini, hanno camere spaziose con il parquet e forniscono sia lettini che scaldabiberon.

Dove mangiare
A Levanto ci sono vari ristoranti di buon livello (i prezzi sono tutti medio-alti). Noi abbiamo mangiato molto bene sia all'Osteria Tumelin sia all'Antica Trattoria Centro. La seconda ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.
In tutte le Cinque Terre poi non mancano le ottime focaccerie dove gustare la buonissima focaccia ligure.

In viaggio con bambini
Questo è un viaggio che può essere tranquillamente fatto con bambini anche piccoli. Noi ci siamo stati con la nostra bimba di un anno. Le Cinque Terre si visitano tranquillamente con il passeggino, armatevi solo di pazienza perchè dovrete fare parecchie scale! Se volete percorrere i sentieri, scegliete quelli più facili e andateci con uno zaino/marsupio in quanto non sono adatti per i passeggini.
I bambini fino ai quattro anni non pagano il treno per spostarsi da un paese all'altro.

Adoro viaggiare da sempre. Amo tutto dei viaggi, dal fantasticare su una meta, a conoscere nuove culture e persone, vedere nuovi posti vicini e lontani, perdersi in strade che non si conoscono, assaggiare nuovi sapori. Fin da bambina sono sempre stata molto curiosa e ho sempre avuto una voce dentro che mi esortava a partire, conoscere posti nuovi ed intraprendere nuove esperienze. Con l'età adulta ho iniziato a viaggiare assiduamente, il mio sogno è quello di poter vedere il mondo intero, credo infatti che ogni luogo possa trasmetterci qualcosa. Ho aperto questo blog per condividere le mie esperienze con tutti coloro che come me amano fantasticare sui viaggi. Benvenuti a bordo!

2 commenti

Write commenti
2 febbraio 2017 17:57 delete

adoro le cinque terre, mi è venuta voglia di tornarci leggendo questo post e guardando queste foto molto belle!
http://www.audreyinwonderland.it/

Reply
avatar